ORNATA – Il camoscio più bello del mondo


Il camoscio più bello del mondo. Così, senza mezzi termini, viene descritto il camoscio appenninico Rupicapra pyrenaica ornata, una sottospecie miracolosamente scampata all’estinzione agli inizi del secolo scorso sulle montagne d’Abruzzo. Ben poco si sapeva sulla vita di questo simbolo della natura appenninica, perfettamente adattato a sopravvivere in un mondo di pareti rocciose e ripidi pendii, ai capricci del clima montano e agli agguati di orsi, lupi e aquile.
Grande appassionato di questa specie animale è il fotografo Bruno D’Amicis, che da sempre frequenta le montagne dell’Appennino Centrale e da più di dieci anni si è dedicato alla documentazione della biologia della specie e dell’ambiente in cui essa vive.
In questo libro fotografico, che sarà presentato oggi alle 18.00 al Museo Civico di Zoologia, le tante immagini inedite e il racconto delle emozioni vissute sul campo da D’Amicis sono impreziositi dall’autorevole intervento di Sandro Lovari, etologo e grande studioso  di questa specie, e alla freschezza dei disegni del grande illustratore Stefano Maugeri.
Un libro che vuole essere soprattutto un omaggio alla bellezza di questo animale, tesoro della natura italiana ed ambasciatore del prezioso patrimonio naturalistico dell’Appennino e delle necessità di proteggerlo nella sua interezza.