Amore & Psiche: il mito diventa digitale


Da domani, sabato 18 ottobre alle 17.00, i Mercati di Traiano ospitano lo spettacolo di letture con visita guidata AMORE E PSICHE la “bella fabella” di Apuleio. La rappresentazione dà il via ad una serie di attività didattiche di promozione e sviluppo dell’arte e della cultura dedicate ai diversamente abili – in particolare non vedenti – nell’ambito dei Musei Civici del Comune di Roma.
Il suggestivo palco dello spettacolo sarà la taberna che si affaccia sulla Grande Aula dei Mercati, riservata ad un pubblico di massimo 20 persone (non vedenti e non solo). L’appuntamento è su prenotazione e gratuito (chiamando lo 060608) . Un videoproiettore verrà utilizzato per mostrare immagini sul tema della rappresentazione e sulla sua attualità, destinate ai vedenti, mentre verranno distribuite delle fotocopie in braille per i non vedenti.

La bella fiaba di Apuleio è stata interpretata nei secoli da numerosi artisti, tra cui il Canova la cui splendida statua associamo immediatamente.
Alcune immagini delle opere sono visualizzabili QUI.

Il caso ha voluto che l’altro ieri sera in Second Life, a T&S Art Gallery sia stata inaugurata una mostra collettiva d’arte digitale dedicata al tema, alla quale hanno partecipato numerosi artisti italiani che operano attivamente nel Metaverso: 0andre0 Barbosa, Kicca Igaly, Maryva Mayo, Nessuno Myoo, Peste Razor, PJTHA Korobase, Shellina Winkler, Sigfrido Benelli, Solkide Auer, Zhora Maynard, Lion Igaly, curatore della mostra.
Malgrado l’evoluzione tecnologica i miti restano e gli artisti non smettono di rivisitarli.

QUI le foto di alcune opere direttamente prodotte in Second Life.
(clicca sulle foto per le didascalie)

Nella foto sopra la reinterpretazione del Canova in Second Life di Lion Igaly