Il Cinema e il Museo


roma_citta_apertaE’ partito il 25 novembre il progetto didattico sperimentale “Il cinema e il museo” il cui intento principale è quello di stabilire un legame storico culturale fra cinema e attività espositivo-museali.
L’iniziativa si articola in tre fasi: le prime due riguardano le classi terze e seconde del liceo Augusto che, in una stessa mattinata, assisteranno alla proiezione di un film al cinema Farnese (Campo de’ Fiori) e, a seguire, guidati da storici dell’arte, visiteranno il Museo la cui collezione è in sintonia con la pellicola prescelta.
La terza fase – che si svolgerà da gennaio a marzo 2009 – prevede la scrittura di 4 sceneggiature, la più interessante delle quali verrà selezionata e prodotta sotto forma di cortometraggio.
A questa fase lavorerà un gruppo di 40 ragazzi dello stesso liceo Augusto – per due volte a settimana, presso l’istituto, in stretta collaborazione con i Docenti – con la guida di un professionista di cinema che fornirà loro gli strumenti necessari mediante moduli didattici e spiegazioni in classe.
Le tematiche e i titoli verranno concordati con i Professori, tenendo conto sia dei film visti sia dei musei visitati oltre che dei programmi scolastici in corso.
Il progetto mira ad istituire un “ponte” ideale fra tre piazze storiche nel cuore di Roma – P.zza S. Pantaleo/Piazza Navona e Piazza Farnese – proponendone sia una visione cinematografica di alto profilo sia una lettura legata alle mostre, collezioni e patrimonio artistico stabile del Museo di Roma e del Museo Napoleonico. Grazie a grandi film e a capolavori come “Roma città aperta”, fino alle produzioni storiche che narrano avvenimenti, temi e personaggi collegati agli eventi (che, di volta in volta, verranno proposti dal Museo di Roma), il progetto vuole raccontare l’evoluzione delle forme spettacolari, la vocazione narrativa, le scelte tra verità e illusione. Nei primi appuntamenti al Museo Napoleonico, invece, sono stati proposti titoli di sicuro valore che raccontano al cinema la storia e le gesta del Bonaparte.
In questo modo la città si riappropria di un percorso che arricchisce la sua identità e racconta al pubblico le tante storie parallele di cui Roma è stata proscenio.
Questo percorso didattico e creativo culminerà nella presentazione finale dei 4 racconti e nella proiezione di un cortometraggio nella serata di chiusura. Il progetto celebra anche un’importante ricorrenza: il settantesimo genetliaco di uno dei licei più prestigiosi della città: il Liceo Ginnasio Statale Augusto.