La vera avanguardia è il presente


seratafuturistasmallE’ possibile emozionarsi davanti ad un monitor, così come accade davanti ad uno schermo cinematografico sul finale di un bel film? E’ possibile! Numerose sono state le persone che hanno rivelato di aver pianto alla fine della sfilata futurista… a cominciare da me 🙂
E’ stato un evento eccezionale quello di ieri sera in Second Life, un’immersione dentro il Futurismo che ha rivissuto i suoi momenti storici e artistici non solo nell’allestimento della scenografia, ma anche nel racconto in voice della brava conduttrice Cecylia Susanti, che ha accompagnato gli spettatori dentro le suggestioni del Movimento, emozionandoci con aneddoti e voci. Marinetti avrebbe mai immaginato che la sua voce sarebbe stata ascoltata da una platea virtuale? Se avesse avuto consapevolezza della futura esistenza di Second Life, si. E Carmelo Bene, con la sua declamazione del Primo Manifesto Futurista, che compariva a tratti tra un abito e l’altro, mentre sui maxi schermi si susseguivano i quadri degli artisti futuristi con cui gli stilisti italiani di SL hanno dipinto gli abiti che sfilavano in passerella. Fino al gran finale coi fuochi d’artificio di Lion Igaly, artista e gallerista in Second Life che ci ha regalato la straordinaria performance di chiusura. E così la magnifica scenografia di Micalita Writer è esplosa di luci e colori, di tuoni e musica, emozionando tutti i partecipanti alla serata.
Oggi possiamo confermare ciò che l’altra sera il professor Walter Pedullà ha affermato durante il dibattito dedicato al Futurismo all’Auditorium “Il nuovo, il Vecchio e il Moderno. Tre tempi inconciliabili?”:
La vera avanguardia non è il futuro, ma il presente!

In attesa della registrazione in video della serata su gloctv.it e del video da me girato che andrò a montare nei prossimi giorni, ci sono alcune foto del finale coi fuochi d’artificio.
Click QUI.