CONCORSO di idee per il merchandising museale


museiincomune loghino Il prossimo 15 luglio scade il termine per la presentazione del bando promosso da Zètema per il concorso di idee “merchandising museale”, rivolto al Sistema dei Musei Civici romani.

Il concorso, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione e la Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma, è finalizzato all’ideazione e progettazione di una linea di oggetti, che confluiranno nella propria linea di merchandising composta da almeno dieci elementi diversi, che i Musei del Sistema Musei Civici del Comune di Roma propongono al pubblico dei visitatori, come testimonianza dell’esperienza vissuta a contatto con il patrimonio culturale della città.
Questo concorso per proposte di oggetti  si rivolge a due categorie di partecipanti che concorreranno separatamente: professionisti nel settore del design, della grafica, dell’architettura e dell’ingegneria con un’esperienza minima di tre anni e studenti over 28 che frequentino corso di laurea in architettura o altri istituti o scuole di design, grafica o di materie inerenti.
La “musa ispiratrice” per i partecipanti sarà il patrimonio storico e artistico di Roma e della sua area metropolitana, con particolare attenzione alle opere custodite nei Musei Civici e ai reperti di maggiore valore artistico presenti nelle aree archeologiche e monumentali o che si riconducano più in generale a simboli e icone della storia e dell’arte di Roma, antica e moderna.
“Per Zètema è un’iniziativa, ma anche una sfida, che si presenta importante e nel contempo originale – spiega il Presidente di Zètema Francesco Marcolini – sia per l’applicazione pratica che ne può derivare sia per il messaggio innovativo teso alla stimolazione della creatività di tutta una fascia di professionisti del design e di cosiddette nuove leve. Il design è un settore che a Roma può trovare ampi spazi di sviluppo e contribuire alla definizione di un’immagine coordinata e riconoscibile in tutto il mondo”

Una giuria interdisciplinare di esperti nominata da Zètema valuterà i progetti proposti, sulla base di criteri estetici, di originalità, di realizzabilità seriale. Qualche esempio di prodotti richiesti nella progettazione? Componenti di arredo in diversi materiali come vetro, resina, legno, bronzo; bigiotteria (ad esclusione di oro e argento) ispirata alle collezioni museali e del patrimonio artistico; grafica e cartotecnica come quaderni, cartoline, magneti, segnalibri, giochi per grandi e bambini come puzzle e giochi di carte.

Dunque un’importante novità per la città di Roma che presto avrà un suo “segnale di riconoscimento”, un segnale di coerenza stilistica e di messaggio culturale. Il modello Roma  riconducibile all’immenso patrimonio culturale della città.