X LUNA. L’astro della notte sbarca al Planetario


Planetario e Museo Astronomico dal 21 al 26 e il 29 luglio

XLuna 40 anni dopo che il piede di Neil Armstrong si posò sul Mare della Tranquillità, è finalmente tempo di lasciare anche la nostra personale impronta sulla Luna. Dal 21 al 26 e il 29 luglio il Planetario di Roma festeggerà il quarantesimo anniversario dell’Apollo 11 con l’evento “XLuna”. L’astro della notte sbarca al Planetario, accompagnato da una rassegna di spettacoli, concerti, conferenze, osservazioni al telescopio, laboratori e altre attività lunari rivolte al pubblico di tutte le età.
Martedì 21 luglio alle 21.00 aprirà la manifestazione sotto la cupola del Planetario un originale Astrocafé intitolato “Maledetta Luna!”, che rievocherà l’impresa dell’allunaggio con le voci dei protagonisti. Parteciperà Piero Angela, che raccontò la partenza della missione da Cape Canaveral. Con gli altri ospiti della serata, Pietro Greco, Paolo Magionami e Valeria Milillo e Massimo Fanelli, attori della compagnia C.I.A.C., sarà rivisitato l’eterno e controverso rapporto degli uomini con la Luna. Tutte le sere dal 21 al 26 luglio (ore 21 e 22:30) la programmazione degli spettacoli sarà interamente dedicata al satellite terrestre, con gli spettacoli: “Storia Alternativa della Luna”, “Piccolo Atlante Lunare”, “Rosso di Luna”, “Il Grande Allunaggio del Dottor Stellarium” e “Il Fascino di Selene”.
Nel piazzale antistante all’ingresso del Planetario e Museo Astronomico verrà allestito un “Villaggio Lunare”, aperto dalle 21 alle 24, che ospiterà ogni sera sul palco centrale eventi diversi: l’esecuzione della celebre suite “The Planets” di Gustav Holst riletta dal trio Diaghilev per due pianoforti e percussioni (21 luglio), le conferenze-spettacolo di Giovanni Bignami (22 luglio), Giulio Giorello e Tommaso Pincio (24 luglio) e il concerto jazz di Rita Marcotulli accompagnata dalla voce di Raiz (“The light side of the moon”, 23 luglio).
Sotto tre grandi gazebi troveranno posto numerose attività interattive: la rampa di lancio dell’astronave “Apollo 40” (realizzata con il software Seeker della Bisque), che salperà verso la Luna per rivivere in prima persona l’emozione di un’esplorazione spaziale, guidati dagli explainers astronomici del Planetario; la postazione del Virtual Telescope, per osservare il cosmo in diretta utilizzando telescopi a controllo remoto; i laboratori lunari e i giochi per conoscere la Luna.
Su tre grandi schermi verrà proiettata la multivisione XLuna, produzione originale del Planetario di Roma dedicata alla conquista del nostro satellite.
Altri eventi si alterneranno al Planetario fino al 29 luglio.

Scarica qui il programma completo in pdf.