FESTA DELLA CUCINA FUTURISTA


stasera e domani al Museo Carlo Bilotti in Villa Borghese

cucina futurista1 22 luglio
Aperitivo futurista (per 80 persone su prenotazione fino ad esaurimento posti)
La prima sera verrà offerta due polibibite futuriste, Giostra d’alcool e Inventina, la prima a base di vino barbera, cedrata e bitter Campari, la seconda a base di spumante, liquore d’ananas e arancia, accompagnate dagli antipasti Traidue, Intuitivo e Arancini futursiculi.
Traidue: impasto a base di pasta d’acciughe, pasta di bucce di mela tritata e salame cotto tra due fette di pane.
Antipasto Intuitivo: barchette di arancia ripiene di diverse qualità di salame, funghi, sottaceti e aromi.
Arancini futursiculi: arancini di riso ripieni con ragù, formaggio, salame o prosciutto, pinoli, uvetta e spezie.
Infine, per alzarsi, Mammelle Siciliane al sole, dolci a base di mandorle di Avola.

23 luglio
Cena futurista (per 80 persone su prenotazione fino ad esaurimento posti)
La seconda sera, la cena comincerà con Rosabianca, uno spumante impreziosito da una miscela di petali di rose bianche e rosa, accompagnato da mandorle tostate (ricetta Di M.I.C.RO. e Accademia delle Spezie).
Verrà poi servito un piatto che è forse il simbolo dell’audacia dell’inventiva futurista, il carneplastico, un’interpretazione sintetica degli orti, dei giardini e dei pascoli d’Italia, composto da una grande polpetta cilindrica di carne di vitello ripiena di undici qualità diverse di verdure cotte e impreziosito da gocce di miele.
A seguire, Aeroporto piccante, piatto a base di insalata russa, verdure e spezie (fiori d’arancio, coriandolo) da gustare con vini Nero d’Avola e Insalata Tricolore.
Infine, per alzarsi, Mammelle Siciliane al sole, dolci a base di mandorle di Avola.

Ad inizio e a conclusione delle serate si svolgeranno le declamazioni e i giochi di interazione con il pubblico di Giacomo Innocentini.