NEW YORK MINUTE


60 ARTISTI DELLA SCENA ARTISTICA NEWYORKESE

NYminute Presentata stamattina alla stampa la mostra di artisti newyorkesi al Macro Future, curata da Kathy Grayson e organizzata dalla Fondazione DEPART.
L’ingresso preannuncia da subito una fantastica emozione immersiva, accogliendo i visitatori in un vortice di girandole colorate che si muovono spinte da ventilatori. Questi sessanta artisti provengono da downtown Manhattan, da Providence, San Francisco, Los Angeles, Portland, Virginia Beach e… Tokio. Una comunità allargata che sa catturare la drammaticità, il rischio, la velocità e il dinamismo delle diverse scene creative di New York, trasferendole in grandi installazioni a Roma dove gli artisti, ospitati per l’occasione, hanno lavorato in sinergia.
L’espressione “New York Minute” si riferisce alla velocità con cui i newyorkesi reagiscono agli stimoli, in un misto d’impazienza, ingenuità e grande prontezza. I 60 artisti in mostra rappresentano una risposta veloce e ingegnosa al panorama culturale di oggi e alle questioni specifiche della loro generazione. Il loro lavoro esplora alcune delle principali tendenze del nuovo modo di fare arte a New York: svecchiare l’action painting e l’astrazione con la durezza della vita di strada; sintetizzare la cultura pop in artefatti artigianali e sinceri; spingere il concettuale verso vie nuove ed assurde; organizzare collettivi e portare l’arte interdisciplinare in tour; trasferire l’attitudine punk all’assemblaggio, al collage alla scultura.
Non c’è dubbio che visitando la mostra se ne riceva una senzazione di naturale freschezza, spontaneità, libertà. Si sente a fior di pelle la voglia di sperimentare, di raccontare e di comunicare: prima tra artisti e poi con il pubblico. E questo sembrerebbe un grande passo verso l’abbattimento di quel cieco individualismo che negli ultimi anni ha frequentemente offuscato le reali potenzialità di molti giovani artisti.

A più presto metterò online fotografie e video di questa bellissima esperienza che vale la pena fare dal vivo fino al 1 Novembre 2009.