Merchandising Museale


Novità a Roma con l’operazione Merchandising Sistema Musei Civici e il riallestimento della libreria dei Musei Capitolini.
Presentati oggi a Roma i vincitori del concorso di idee per il merchandising museale e il riallestimento della libreria di Palazzo Conservatori ai Musei Capitolini.
Risposte concrete per una città che punta sempre più sulla propria identità culturale.
Un importante momento in cui arte e design si incontrano grazie al Concorso di idee lanciato da Zètema in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione e la Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma. Il bando di gara per il merchandising museale ha visto oggi premiati i due progetti vincitori: lo Studio Merodesign di Roma per la categoria professionisti nel settore design, grafica, architettura, ingegneria e Alice Solato di Castelfranco Modena per la categoria studenti under 28 con frequenza a corsi di laurea in architettura o in altri istituti o scuole di design, grafica.
Due proposte diversificate che contribuiranno ad arricchire le librerie dei Musei Civici gestiti da Zètema grazie ad una linea di prodotti riconducibile a Roma per coerenza stilistica e messaggio culturale.

La commissione di esperti – istituita ad hoc – composta da Nunzia Infante, responsabile Ufficio Legale Zètema; Luca Milan, architetto e designer, titolare dello Studio Next urban solutions; Monica Scanu, direttore Master in Cultural Experience Design and Management, Domus Academy e IRFI; Laura Silvestro, responsabile librerie, editoria e merchandising Zètema; Luigi Vernieri, direttore IED arti visive Roma e direttore creativo FEFE’Project, ha motivato così le proprie scelte:
•    Merodesign ha presentato un progetto di buona qualità e, in particolare per alcuni dei prodotti proposti, risponde in modo ottimale, moderno e originale allo spirito del concorso
•    la proposta di Alice Solato spicca per il suo carattere giocoso e per la semplicità realizzativa, rispondendo ai criteri di originalità e allo spirito del concorso

Musa ispiratrice per tutti i partecipanti – 114 proposte esaminate provenienti da tutta Europa – l’immenso patrimonio artistico e storico di Roma e della sua area metropolitana. Oggetti inediti e originali da realizzare con tecniche di riproduzione in serie sempre riconducibili a simboli e icone della storia e della storia dell’arte di Roma, con particolare attenzione alle opere custodite nei Musei Civici e ai reperti di maggiore valore artistico, presenti nelle aree archeologiche e monumentali. E proprio per valorizzare il gran numero di proposte pervenute, anche se non vincenti, la commissione esaminatrice ha proposto a Zètema di selezionare altre idee per produrre così nuovi oggetti nell’ottica di un costante rinnovamento dell’offerta al pubblico.

Lo stile di merchandising creato, che Zètema ha accolto, sarà alla base della nuova linea 2010 con l’obiettivo di inserirsi armonicamente all’interno di un percorso di “messa a sistema” dei Musei Civici Romani. Un ulteriore passo importante, dopo il grande sforzo già operato nella realizzazione di una collana editoriale che comprende ben 28 titoli e tre diverse tipologie di pubblicazione – saggi scientifici, quaderni tematici, guide brevi – in vendita nei 15 siti museali con bookshop e in distribuzione a livello nazionale e internazionale.

L’altra grande novità presentata oggi è il riallestimento della libreria di Palazzo dei Conservatori ai Musei Capitolini, voluto da Zètema e dall’Amministrazione Comunale, e curato dagli architetti Aldo e Marco Campagna specializzati particolarmente in allestimenti di librerie. Sarà così possibile fruire di uno spazio rinnovato e più accogliente per la sosta e per la lettura, con un incremento dei prodotti esposti in un contesto moderno e funzionale, ma perfettamente in sintonia con l’antico.
Quello delle librerie all’interno del Sistema Musei Civici è un settore che presenta un trend positivo registrando nel 2008 un fatturato di 1.587.485 euro contro 1.124.172 del 2006 per il 70% riferito all’editoria e per il 30% all’oggettistica. Ed è anche questo dato che ha fatto nascere l’esigenza di crescita ed ampliamento della proposta di oggettistica nel circuito museale, per un’offerta sempre più diversificata al turista fruitore degli spazi.

Grazie ai servizi aggiuntivi di libreria e didattica è in crescita anche la spesa media per visitatore, infatti, nonostante i prezzi dei biglietti siano rimasti invariati, dal 2005 al 2008 si registra un aumento pro capite di 1 euro.
Va inoltre sottolineata la crescita dell’indice di soddisfazione del cliente, che tocca il 2,8 in una scala di customer satisfaction il cui indice massimo è 3 e il minimo 1,80.
Il concorso di idee per il merchandising museale e il riallestimento della libreria dei Musei Capitolini, due importanti novità per Roma, sempre attenta alla tradizione con uno sguardo al contemporaneo e al futuro. Una città pronta a cogliere i mutamenti di un mercato culturale esigente e in evoluzione continua.