L’ARTE DENTRO


Gli ospiti della Casa di Reclusione di Rebibbia a Villa Torlonia.
A conclusione del primo semestre di lezioni di archeobotanica organizzate da Zètema all’interno della Casa di Reclusione di Rebibbia per un gruppo di detenuti/allievi, martedì 15 dicembre é stata organizzata una visita guidata a Villa Torlonia e delle attività didattiche a Technotown.
La qualità artistica e didattica degli incontri settimanali di archeobotanica hanno avuto lo scopo di avvicinare i partecipanti all’ecologia culturale come riferimento costante ed armonioso nei materiali vegetali presenti nell’arte, nonché all’analisi delle iconografie vegetali nell’archeologia, alla dendrocronologia per la datazione e lo studio dei reperti lignei, come pure alla fitoiconologia per il riconoscimento e l’interpretazione delle rappresentazioni artistiche romane. Beni artistici inviolabili e da proteggere in termini di responsabilità e partecipazione personale perché patrimonio dell’intera Umanità.
La giornata ai Musei di Villa Torlonia consentirà di comunicare un principio culturale di collaborazione che conduca allo sviluppo dell’affezione al patrimonio artistico che sia di tipo motivazionale, relazionale e d’identità con il territorio natale od ospite. Uno stimolo al senso di appartenenza alla società civile esterna al carcere con la quale si tornerà a fine pena a condivide l’immensa proprietà collettiva museale tanto inalienabile quanto da custodire.

Programma
ore 9.00 saluto di benvenuto agli ospiti della Casa di reclusione di Rebibbia
ore 9.15 visita guidata Casino Nobile
ore 10.00 visita guidata Casina delle Civette
ore 10.30 Visita guidata Casino dei Principi e mostra “Mazzacurati, la felicità della compiutezza espressiva”
ore 11.00 saluto istituzionale presso la Limonaia
ore 11.30 presentazione delle Sale interattive di Technotown e attività laboratoriali

Partecipano
Alberta Campitelli, Responsabile Ville e Parchi Storici Comune di Roma
Francesco Marcolini, Presidente Zètema Progetto Cultura
Angelo Zaccagnino Provveditore regionale Amministrazione Penitenziaria
Anna Vari, Magistrato di sorveglianza, responsabile reclusioni Rebibbia
Stefano Ricca, Direttore Casa di Reclusione di Rebibbia
Angiolo Marroni, Garante regionale dei diritti dei detenuti