Roma Città Natale: 20 dicembre


Alle ore 11.00 al Museo Carlo Bilotti
Il pianeta degli Alberi di Natale

Cronaca fantastica di un viaggio fra i più stupefacenti della letteratura, ma è anche un invito alla pace, all’amicizia tra i popoli, al rispetto per gli altri e alla tolleranza, grazie alla fantasia di Rodari.
con Milena Vukotic (voce narrante) e Ludovica Scoppola (flauto)
Perché raccontare questo testo? Perché possiede la gioia del Natale più puro, che è quello dello sguardo infantile, con i suoi simboli, le sue attese, i colori, i profumi e i sapori pregustati, ma accanto a questa incarnazione della festa Il Pianeta degli Alberi di Natale è, grazie alla fantasia dell’autore delle Favole al telefono Gianni Rodari, la cronaca fantastica di un viaggio libero e felice, nel quale un bambino, Marco, scopre un paese magico. Lì, ad esempio, “i giocattoli si vendono gratis” e quindi è possibile capire quale sia la forza del dono – ciò che non chiede nulla in cambio e che può quindi sovvertire tutto – lì il protagonista Marco misura il potere delle parole e la gioia della responsabilità. Sotto il manto del regno dei desideri, Il pianeta degli alberi di Natale è un invito alla pace, all’amicizia tra i popoli, alla solidarietà, al rispetto per gli altri e alla tolleranza.
Ed è un invito elegante e alla portata di tutti, una fiaba capace di parlare a ciascuno dei valori più piccoli e potenti, grazie a un viaggio pedagogico fra i più stupefacenti della letteratura.
Non sono solo favole, quelle di questo scrittore per grandi e piccini che per tutta la vita è stato impegnato in prima persona nelle battaglie politiche e sociali del suo tempo: lavorare per la pace, la solidarietà e il rispetto degli altri è il messaggio pedagogico contenuto in tutti i suoi sorridenti piccoli capolavori.

Ore 21.30 Note in festa ai Musei Capitolini
Esedra di Marco Aurelio

L’Amedeo Tommasi Trio, nella sua formazione storica con Giovanni Tommaso al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria, regalerà la magia del jazz al pubblico nello spazio d’eccezione dei Musei Capitolini.

20 – 21 Dicembre 2009
Ore 21.00 Il ragno al Museo Napoleonico

Il ragno è una delle commedie più affascinanti di Sem Benelli, rappresentata solo una volta nel 1935 a Milano, e ora riproposta in prima nazionale al Museo Napoleonico.
La modernità della storia la rende ancora oggi attuale ed interessante, tanto più che i personaggi sembrano uomini dei nostri giorni con problematiche e dilemmi più che mai attuali.