Digital Life & Digital Caput Mundi


Continua con grande successo la manifestazione Digital Life, rassegna dedicata al futuro digitale e alle contaminazioni fra tecnologia, nuovi media ed espressioni artistiche contemporanee, ideata dalla Fondazione Romaeuropa, in corso a La Pelanda, nuovo spazio pubblico per l’arte e la produzione culturale contemporanea, restaurato per la città dal Comune di Roma nell’area del Mattatoio a Testaccio su progetto di Zone attive.
Nell’ambito di Digital Life si svolge domani, giovedi 25 marzo alle 17.30 presso l’Opificio di Telecom Italia, Digital Caput Mundi, un “talk” sulle diverse forme dell’evoluzione tecnologica in relazione a creatività e impresa innovativa, a cura del Cantiere di Urban Experience promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma e in collaborazione con Capitale Digitale, il ciclo di incontri ideati da Telecom Italia, Fondazione RomaEuropa, Comune di Roma e Wired, per fare il punto sulla cultura digitale.
A seguire ci sarà un aperitivo-live set a La Pelanda, una produzione Snob Production all’interno della quale ci sarà anche un visual di uno degli artisti di Romaeuropa web factory. L’incontro vedrà intervenire sia i pionieri di quelle sperimentazioni che hanno anticipato la rivoluzione digitale, caratterizzando Roma come una capitale dell’avanguardia, sia quelle imprese innovative che stanno interpretando le nuove opportunità del web 2.0 e dell’interaction design.
L’occasione offerta da Digital Caput Mundi è nello sguardo d’insieme di ciò che definiamo innovazione, per declinarla nei diversi ambiti in cui si realizza, per “mapparla” in un geoblog (come questo http://geoblog.it/performingroma ) che andrà a geo-localizzare le realtà che esprimono le diverse Culture dell’Innovazione a Roma, in collaborazione con Comunicazione Italiana. Altro aspetto particolare di questo incontro è nel format interattivo che vedrà il social network urbanexperience.it proiettato su schermo, per essere usato come scaletta dinamica e linkabile, insieme a una serrata attività di microblogging su twitter, per visualizzare gli appunti condivisi nella TagCloud del dibattito in corso. L’ashtag da usare è #dcmundi
In questo video della presentazione di Digital Life Luca Massimo Barbero, direttore del Sistema Macro, parla del tema che viene usato per tutti i percorsi artistici del Macro: l’immersività, il sogno ricorrente di chi si occupa di arti visive. Il cessare finalmente della frontalità passiva, talvolta concettualizzata verso il nulla, per tornare ad aprire le varie altezze e spazi dello sguardo e immergersi nelle opere.