GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D’AUTORE all’Ara Pacis


“Leggere è conoscersi” è un’iniziativa nell’ambito della “Giornata mondiale  del Libro e del diritto d’autore” proclamata dalla Conferenza Generale dell’UNESCO che promuove i valori dell’avvicinamento e del dialogo tra culture.
Celebrarla a Roma, all’Ara Pacis il 23 aprile, assume un particolare significato data la valenza simbolica di questo antico monumento, rappresentativo della pace e della prosperità stabilite dopo la Pax Augustea.
Il libro dunque come strumento di libera espressione, grazie al quale uomini di epoche e confini differenti stabiliscono contatti tentando di costruire e consolidare la comunità umana mondiale, favorendo la causa dei diritti umani, dell’uguaglianza, il rispetto etico della diversità e rinvigorendo la speranza di reciproca comprensione.
Anche la data prescelta è simbolica e rappresenta un omaggio a tre grandi autori – William Shakespeare, Miguel de Cervantes Saavedra e Garcilaso de la Vega “El Inca” – la cui vita si spense per singolare coincidenza lo stesso giorno dello stesso anno, il 23 aprile 1616.
La giornata si articola in dibattiti e reading su differenti temi. L’argomento “Giovani scrittori incontrano giovani lettori” introduce il dibattito mattutino analizzando i generi letterari maggiormente seguiti dal pubblico giovanile e le strategie da adoperare per avvicinare i giovani alla lettura. Interessante anche la sessione “Libri senza frontiere, l’era dell’e-book“.
La sessione pomeridiana, invece, costituisce un momento di approfondimento su un tema di stretta attualità “Le religioni e il Libro”- Comunità e Convivenza. Rappresentanti delle principali religioni monoteiste dialogano sulla lettura come strumento di conoscenza delle differenti culture religiose.
QUI è possibile scaricare il programma completo in PDF.