Montemartini Blue Note: DANILO REA


Venerdì 28 e sabato 29 maggio proseguono i week-end dedicati alla musica jazz nella spettacolare Sala Macchine della Centrale Montemartini.
Nella serata di venerdì 28 alle ore 20.00 e 22.00 Danilo Rea si esibirà in solo, mentre sabato 29 maggio, negli stessi orari, sul palco salirà il Danilo Rea Trio con Danilo Rea al piano, Stefano Pagni al contrabbasso e Alessandro Paternesi alla batteria.

Danilo Rea, vicentino, pianista tra i più apprezzati sulla scena italiana ed internazionale. La sua passione per la musica ha inizio sin dalla tenera età e si concretizza anni dopo nel debutto con il trio di Roma creato insieme ad Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto. Nel 1989 ha preso parte, come solista, all’opera di Roberto De Simone “Requiem per Pierpaolo Pasolini”, rappresentata al teatro San Carlo di Napoli sotto la direzione di Zoltan  Pesko. Tra le collaborazioni concertistiche e discografiche più importanti ricordiamo quella con Chet Baker, Steve Grosman, Bob Berg, Phill Woods e Michael Breker. Molto quotato anche nell’ambiente pop, Danilo Rea vanta collaborazioni tra le più prestigiose: Mina, Pino Daniele, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia, Gino Paoli e tanti altri. Tra i gruppi con cui ha lavorato maggiormente e con i quali ha ottenuto i più alti riconoscimenti, citiamo il Quintetto di Giovanni Tommaso e Lingomania, premiato miglior gruppo italiano nel Top Jazz del 1987, e i Doctor 3 insieme ad Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra, con ebbe numerose occasioni di esibirsi in festival nazionali ed internazionali. Nel 2005 è vincitore del prestigioso premio “Django d’or” come miglior musicista italiano dell’anno. Tra i suoi lavori in solo più importanti, ricordiamo “Lost in Europe” del 2000, disco registrato interamente dal vivo durante un tour di 9 concerti tenuti dal pianista nei principali Festival d’Europa (da cui il nome) e che rappresenta per Rea la realizzazione del suo sogno artistico.

Stefano Pagni,  diplomato in contrabbasso e laureato in Jazz al Conservatorio di S.Cecilia, durante la sua carriera ha spaziato in lungo e in largo nella musica collaborando con importanti artisti della musica leggera italiana, come Renato Carosone e Nicola Arigliano, e del panorama jazz internazionale come Steve Grossman, Joe di Iorio, Massimo Urbani e Mike Melillo. Musicista molto apprezzato, può vantare esibizioni in alcuni dei più importanti locali e teatri d’Italia come il Petruzzelli di Bari, il Delle Palme di Napoli e l’Ariston di Sanremo. Attualmente insegna al conservatorio di S. Cecilia di Roma.

Alessandro Paternesi, batteria, nato il 9/5/1983 a Fabriano (AN), figlio d’arte, ha svolto contemporaneamente sia studi classici che moderni in particolar modo approfondendo il linguaggio jazzistico. Nel 2007 ha conseguito il diploma di Strumenti a Percussione sotto la guida del maestro Domenico Fontana. Svolge regolarmente, da molti anni, un’intensa attività concertistica che lo ha portato a suonare con molti artisti di fama nazionale ed internazionale tra i quali: Danilo Rea, Paolo Damiani, Amii Stewart, Ada Montellanico, Gianni Basso, Stefano “Cocco” Cantini, Davide Riondino, Arnoldo Foà, Andrea Bocelli, Elio, Mauro Negri, Andrea Dulbecco e Paolo Birro. Nonostante la sua giovane età può vantare già la partecipazione ai più importanti festival internazionali del settore: dall’ Umbria Jazz di Perugia, passando per il Blues y Jazz a Roses (SP), fino al Villa Celimontana Jazz Festival di Roma e molti altri.

Ultimo appuntamento con la rassegna MONTEMARTINI BLUE NOTE sarà venerdì 4 giugno e sabato 5 giugno ore 20.00 e 22.00 con ROBERTO GATTO QUARTET.