6 miliardi di Altri


E’ stata presentata questa mattina alla stampa dal Presidente di BNL Gruppo BNP PARIBAS Luigi Abete, l’Amministratore Delegato di BNL Gruppo BNP PARIBAS Fabio Gallia, dall’Assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma Umberto Croppi e dal Sovraintendente ai Beni Culturali del Comune di Roma Umberto Broccoli, alla presenza del fotografo francese Yann Arthus-Bertrand, la mostra “6 miliardi di Altri” nata da un progetto di Goodplanet.
La mostra ai Mercati di Traiano, Museo dei Fori Imperiali, sarà aperta fino al 26 settembre 2010 e raccoglie oltre 5.600 video-interviste, realizzate in più di 78 Paesi, che raccontano esperienze di vita, sentimenti e valori, dando così testimonianza dell’universalità e dell’individualità che caratterizzano tutti gli uomini. Quattro anni di intenso lavoro hanno spinto l’autore ad incontrare e conoscere le persone e ad indagare le differenze che non dividono, ma anzi consentono la comprensione e la condivisione, elementi necessari alla sopravvivenza dell’umanità. I filmati – realizzati in primo piano, tutti uguali per forma e tipo di ripresa – creano intimità e impatto emotivo nello spettatore che, pur notando le differenze, si immedesima nello stato d’animo di chi parla.
BNP PARIBAS ha sostenuto il progetto 6 miliardi di Altri fin dall’inizio – cinque anni fa – supportandone la diffusione tra il grande pubblico con l’esposizione avvenuta nel febbraio 2009 al Grand Palais di Parigi, riscuotendo un grande successo. BNP PARIBAS – principale partner del progetto – si è riconosciuto nell’idea di Yann Arthus-Bertrand e ha aderito con entusiasmo a questa iniziativa, condividendone i valori umani e universali che porta con sé, gli stessi principi fondamentali della Banca: la diversità, la solidarietà e l’innovazione. Nel Gruppo BNP PARIBAS il capitale umano rappresenta un’enorme ricchezza da difendere e valorizzare, dove la diversità e le culture locali sono fonte di creatività, innovazione e successo: vi lavorano più di 200mila collaboratori in oltre 80 Paesi, dove coesistono molteplici fedi religiose.
Dopo Parigi, Rennes, Shangai e Marsiglia, il progetto 6 miliardi di Altri di Yann Arthus-Bertrand continua il suo percorso e giunge a Roma ai Mercati di Traiano. Il suggestivo sito archeologico accresce e valorizza l’impatto emotivo che i visitatori avranno ascoltando storie di vita differenti in un’atmosfera antica che fa da ponte invisibile tra tempo e spazio, tra diversità e somiglianza, in un’ottica rivolta all’esplorazione e comprensione di tutte le differenti realtà. I Mercati di Traiano, punto di incontro e scambio dell’antichità, si trasformano in un luogo dove, per una volta, è possibile incontrarsi – anche se virtualmente – con 6 miliardi di Altri.

In queste foto scattate stamane potete vedere le “finestre” che permettono di accedere ai video, entrando dentro le antiche botteghe trasformate in video sale.
Yann Arthus-Bertrand ci ha raccontato che in ogni posto in cui la mostra è stata allestita le persone si sono soffermate a lungo ad ascoltare le testimonianze in video dei protagonisti, per una media di tre ore e mezza.
Noi ci auguriamo accada la stessa cosa anche a Roma.