Traiano Hour: MAX GAZZE’


Apre stasera con Max Gazzé, dalle 19.30 alle 21.30, il Traiano Hour ai Mercati di Traiano.
Per i suoi fan ecco la sua biografia:
Nato a Roma il 6 luglio 1967, Max trascorre diversi anni a Bruxelles dove studia musica e suona come musicista professionista in vari gruppi. Per cinque anni è bassista, arrangiatore e coautore dei 4 Play 4, formazione inglese di Northern soul dalle escursioni pionieristiche nell’acid jazz. Con il gruppo si trasferisce nel sud della Francia dove lavora anche  come produttore artistico (Pyramid, Tiziana Kutich). Rientrato a Roma nel 1991, Max si dedica alla sperimentazione e alla composizione di colonne sonore.
Nel gennaio 1996 pubblica con la Virgin Music il suo primo cd, “Contro un’onda del mare”, che presenta in versione acustica nel tour di Franco Battiato. L’album vanta una notevole diversità di climi musicali e originalità nella stesura dei testi e si fa presto notare dalla critica. Nel 1998 Max partecipa all’album di tributo a Robert Wyatt “The Different You” con il brano “Oh Caroline”. Il secondo album, “La favola di Adamo ed Eva” (ottobre 1998), è anticipato da due hit, “Cara Valentina” (1997) e “Vento d’estate” (disco per l’estate ’98), cantata insieme a Niccolò Fabi . “La favola di Adamo ed Eva” vede anche la  partecipazione di Mao in  “Colloquium vitae” e di Lucio Morelli in “Nel verde”.
I testi sono scritti da Max insieme al fratello Francesco. L’entusiasmo suscitato da “La favola di Adamo ed Eva” vale a Gazzè l’invito a partecipare all’edizione 1998 del prestigioso Premio Tenco. La sua popolarità si estende ad un pubblico ancora più ampio con la partecipazione alla “Sezione Giovani” del Festival di Sanremo 1999, dove presenta “Una musica può fare”. Il 13 marzo 2000 pubblica il terzo album, intitolato col suo nome ma non ufficialmente chiamato  “Gadzilla”. Il lavoro contiene “Il timido ubriaco”, singolo con cui si è presentato sul palco del 50° Festival di Sanremo. Nell’ottobre 2001 esce “Ognuno fa quello che gli pare”, album che presenta una varietà di soluzioni sonore frutto anche di numerose collaborazioni: duetta con Paola Turci ne “Il debole fra i due” e con Carmen Consoli (che del brano è anche coproduttrice) ne “Il motore degli eventi”; insieme a Francesco Magnelli, tastierista dei CSI, produce “Non era previsto” e “Niente di nuovo”. E ancora “Il dolce della vita” è realizzato a Parigi insieme a Stephan Eicher, autore e interprete di primissimo piano nel panorama musicale europeo degli ultimi vent’anni. Anche per questo disco Max ha scritto i testi a quattro mani con il fratello Francesco. Gli anni tra il 2001 e il 2003 sono caratterizzati da un’intensa attività live (un tour teatrale nell’inverno 2001-2002, la tournée nei maggiori festival italiani nell’estate 2002, un tour nei club nel 2002-2003) e dalla collaborazione sempre più stretta con Stephan Eicher, che nel 2003 pubblica il suo nuovo album, “Taxi Europa”. La title track è scritta e interpretata da Max e Stephan (con loro canta anche Herbert Groenemeyer, famoso artista tedesco); i due cantano insieme anche “Cendrillon après Minuit” (“Cenerentola a mezzanotte”), brano per il quale Max ha curato l’adattamento in italiano. Il musicista romano compare, inoltre, come bassista stabile della band sia per le registrazioni dell’album Taxi Europa che per l’omonimo tour europeo. L’album “Un giorno” esce nell’aprile 2004. E’ un lavoro con una forte impronta live. Alla registrazione e all’arrangiamento del cd collaborano i P.E.N.G. (Piero Monterisi, Emanuele Brignola, Negro, Gianluca Misiti), che lo accompagnano anche nel tour che ne segue. Il 17 giugno 2005, a dieci anni dall’uscita di “Contro un’onda del mare”, esce per la Emi Music “Max Gazzè – Raduni 1995-2005”, una raccolta di 26 brani tratti dai 5 album precedenti più 4 inediti. Successivamente all’uscita del doppio CD, inizia un lungo tour che continuerà anche nel 2006 per presentare quest’ultimo lavoro in versione live. Per questo tour l’artista sceglie di essere supportato nei concerti da La camera migliore, band scoperta e prodotta da Carmen Consoli.
Nel 2007, dopo un breve periodo di assenza dalle scene musicali, Max si unisce nuovamente a Paola Turci e Marina Rei, ormai costanti della sua carriera artistica sia nella collaborazione alla stesura dei pezzi che nell’attività live. Quelli che dovevano essere una serie limitata di appuntamenti diventano, grazie al successo della stessa iniziativa, un vero e proprio tour chiamato “Di comune accordo”. Dopo otto anni, a fine febbraio 2008 Max Gazzè torna a Sanremo partecipando al 58esimo Festival della canzone italiana presentando il brano “Il solito sesso”, che racconta di una telefonata fatta a una ragazza conosciuta neanche un’ora prima. Nonostante il piazzamento oltre il decimo posto, il pezzo è attualmente uno dei più passati in radio nonché fra i più apprezzati dalla critica e scaricati su iTunes. A seguito della competizione sanremese, il 28 febbraio 2008 esce l’ultimo album intitolato “Tra l’aratro e la radio”. L’album vince il premio Lunezia 2008 e il premio Tv Sorrisi & Canzoni. Il singolo “Il solito sesso” è il terzo singolo nella airplay radiofonico. Con l’album comincia la collaborazione con Gimmi Santucci. I primi mesi del 2010 vedono Max debuttare come attore nella produzione cinematografica di Rocco Papaleo dal titolo “Basilicata Coast to Coast” uscito nelle sale il 9 aprile.La divertente commedia musicale vede i protagonisti (Max, Alessandro Gassman, Paolo Briguglia, Rocco Papaleo e Giovanna Mezzogiorno) traversare a piedi la Basilicata per eseguire le proprie canzoni ad una manifestazione canora locale. Naturalmente il viaggio sarà intervallato da imprevisti, amori fugaci e divertenti situazioni inaspettate. Nel 2010 Max cambia casa discografia e si unisce alla UNIVERSAL.  Il 4 maggio è uscito il nuovo album intitolato ”Quindi?”, composto da 12 brani inediti. “Mentre dormi” è già disco d’oro dei download e Max riceve il Venice Music Award.