55 MILA PERSONE alla seconda edizione di MUSEI IN MUSICA


Nonostante il freddo e la pioggia sono stati intorno a 55.000 i visitatori della seconda edizione di Musei in Musica a Roma, iniziativa che ha offerto, nella notte di sabato 20 novembre 2010 dalle ore 20.00 alle ore 02.00, oltre 100 eventi musicali in 47 siti culturali nella città di Roma, tra musei e altri spazi espositivi, università, accademie e istituti internazionali, luoghi di culto e altri luoghi di interesse culturale, straordinariamente aperti di sera per l’occasione e ad ingresso completamente gratuito.
«Dopo l’esperienza positiva dell’anno scorso è stato importante insistere e riproporre anche quest’anno l’iniziativa, nonostante le difficoltà del freddo e del maltempo. – commenta il Sindaco di Roma Capitale Giovanni AlemannoL’adesione, quest’anno, di tanti musei anche a livello nazionale significa che la città di Roma ha fatto da apripista e che è riuscita a contaminare le altre città d’Italia. – e conclude – Abbiamo dimostrato anche che esiste un modo diverso per vivere la notte, una sorta di movida alternativa, senza alcol ma con la cultura».
Con il Sindaco Alemanno – tra gli altri – anche l’Assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione Umberto Croppi e il Presidente di Zètema Progetto Cultura Francesco Marcolini.
«La novità importante dell’edizione 2010 di Musei in Musica è stata la formula di finanziamento. Grazie a Zètema abbiamo sfruttato una risorsa che solitamente è poco utilizzata in Italia, cioè l’attivazione di meccanismi per reperire fondi europei – spiega Umberto CroppiGià l’anno scorso ci siamo trovati a registrare afflussi di persone superiori a quelle che erano le aspettative. Se nel 2009 sono stati 45 mila i visitatori e gli spettatori degli spettacoli, quest’anno, con un potenziamento dei luoghi e degli orari e con l’aumento degli appuntamenti, abbiamo stimato 55 mila presenze. Un successo non solo numerico ma anche di partecipazione e coinvolgimento che queste manifestazioni hanno suscitato, una sorta di reazione collettiva ai momenti di crisi».
«Zètema continua nella sua mission di valorizzazione dei luoghi d’arte con l’ideazione e l’organizzazione di eventi alternativi e diversi per una fruizione di musei e siti di cultura che possano stimolare tutte le fasce di pubblico. – commenta Francesco Marcolini Inoltre Zètema si sta sempre più attivando, su questa e su altre iniziative, per reperire nuove formule di sponsorizzazioni e per sfruttare al meglio le risorse e i finanziamenti comunitari».
La seconda edizione di MUSEI IN MUSICA è stata promossa da Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Sovraintendenza ai Beni Culturali e Assessorato alle Politiche Educative Scolastiche della Famiglia e della Gioventù e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali -Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale, in collaborazione con le Banche Tesoriere di Roma Capitale (BNL Gruppo BNP Paribas, Unicredit Banca di Roma e Monte dei Paschi di Siena) e con il contributo della Camera di Commercio di Roma. L’organizzazione è stata curata da Zètema Progetto Cultura.