“Adrenalina”: giovani, web e creatività


Giovani, web e creatività. Questi gli ingredienti dell’edizione 2010 di “Adrenalina 1.2. L’arte emerge in nuove direzioni”, la rassegna inaugurata ieri presso il Museo della Centrale Montemartini. La mostra, in corso fino a domenica 26 dicembre, espone 31 opere selezionate nell’ambito del concorso d’arte promosso da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Sovraintendenza ai Beni Culturali, Le Vie dei Festival, Governo Italiano – Ministro della Gioventù e Anci con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura.
Adrenalina nasce per far emergere giovani generazioni di artisti e nuovi linguaggi creativi. Punto di partenza della rassegna è un portale – www.adrenalina.roma.it – su cui chiunque ha potuto caricare i propri lavori artistici. E i numeri parlano chiaro: in 30 giorni sono stati ben 157 gli artisti che si sono iscritti al concorso servendosi del web site anche come vetrina per le proprie creazioni.
Tema di questa edizione “1.2” è “L’Intimo Mistico dell’Opera” laddove per “misticismo” si intende sia una condizione metafisica e sacrale che porta alla genesi dell’opera sia l’aura di mistero e mitologia che essa riesce a trasmettere al fruitore.
La scelta del nome “Adrenalina” intende anche lanciare un messaggio positivo legato all’arte: adrenalina come unica “sostanza” naturale in grado di liberare la creatività e di sprigionare energie propulsive nei giovani.
Adrenalina è un progetto portato avanti da Ferdinando Colloca, curatore e direttore artistico, Federico Bonesi co-curatore organizzativo e, per la prima volta quest’anno, da una commissione scientifica composta da Micol di Veroli, Francesca Barbi e Pier Luigi Manieri.
“Siamo convinti dell’importanza di offrire alle giovani generazioni occasioni per sviluppare la sensibilità verso le diverse forme d’arte e, allo stesso tempo, esprimere se stessi ed il proprio mondo – ha detto Laura Marsilio, Assessore alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù – L’Amministrazione Alemanno crede fortemente che l’entusiasmo e le idee dei ragazzi rappresentino un patrimonio per la nostra città e una grande risorsa per il nostro futuro”
“Il successo di questa partecipazione e il livello medio qualitativo delle opere ci fa capire quanto sia altissimo il fermento creativo in questa città – ha aggiunto Ferdinando Colloca – Noi cercheremo di canalizzare questa energia affinché anche la cultura contemporanea possa essere un valore aggiunto per Roma Capitale, con la speranza di poter ospitare eventi di respiro internazionale ed esportare il nostro giovane prodotto culturale anche all’estero”.