Paul Strand & Walter Rosenblum. Corrispondenze elettive


Inaugurata ieri sera presso il Museo di Roma in Trastevere, la mostra fotografica WALTER ROSENBLUM & PAUL STRAND corrispondenze elettive che rimarrà aperta al pubblico fino al 20 marzo 2011.
La mostra abbraccia la storia della profonda amicizia tra Paul Strand e Walter Rosenblum, rispettivamente maestro e allievo, due degli sguardi fotografici più importanti nella storia della fotografia del XX secolo.
Walter Rosenblum aveva solo 17 anni quando incontrò Paul Strand nella famosa Associazione americana Photo League e, dagli anni ’50 in poi, decisero di seguire insieme un tratto del proprio cammino, che si intensificò quando Strand si trasferì in Francia nel 1950 e iniziò la lunga e famosa corrispondenza protratta per i successivi 25 anni. Scriveva Rosenblum a Paul Strand il 13 settembre 1950: “Non hai idea di come sia fresca l’aria che il tuo lavoro in Europa ci porta fin qui. Gran parte del progresso umano è dovuto proprio a gente creativa come te”.
Esistono più di cento lettere originali autografe in grado di testimoniare l’amicizia di due dei più grandi fotografi del XX secolo, che si confrontavano non solo sulla tecnica fotografica e sui materiali, ma soprattutto sulla vita stessa, terreno d’esperienza e d’ispirazione profonda.
L’esposizione include una parte di immagini fotografiche di entrambi gli artisti ed una sezione dove è possibile leggere il loro intenso carteggio.
In mostra, insieme alle opere fotografiche più famose, si potranno ammirare per la prima volta una parte di fotografie vintage, tutt’oggi inedite e presentate in anteprima per questa importante occasione: in particolare sono le ultime fotografie scattate da Paul Strand e realizzate con l’aiuto di Walter Rosenblum. Negli ultimi anni della sua vita, infatti, Paul Strand divenne praticamente cieco e così, dirigendo la mano e l’occhio di Walter Rosenblum, costruiva la fotografia e la scattava.
Sabato 22 gennaio, alle ore 17:00 andrà ad arricchire questa importante retrospettiva fotografica la proiezione del documentario “Walter Rosemblum: in search of Pitt Street”, realizzato nel 1999 dalla figlia del grande fotografo, Nina Rosemblum a cui farà seguito un dibattito con l’autrice alla presenza di Manuela Fugenzi, giornalista e photo editor, sull’evoluzione della fotografia contemporanea verso il multimedia come spazio-ponte tra fotografia fissa e documentario.