POESIA DELLA NATURA – Orlando Carlandi


La mostra dedicata agli acquerelli di Orlando Carlandi al Museo di Roma ci offre la possibilità di vivere quella sensazione di paesaggio sognato, pur nell’aderenza alla verità dei luoghi. “Con la sua freschezza e limpidezza di visione – scrive la dottoressa Tittone – Carlandi corrisponde a quanto affermava sul Marzocco nel 1886 Antonio Conti circa la “necessità di ridiventare bambini per godere una purissima gioia di fronte alla natura e avere quello sguardo ingenuo e profondo e quella disposizione grazie alla quale tutte le cose producono un senso di meraviglia”. Infatti, proprio grazie a questo “sguardo ingenuo e profondo” l’artista, pur nell’insistita ripetizione di temi e soggetti, riesce ad evitare il rischio della monotonia; attento osservatore della natura egli la interpreta come un grande e inesauribile spartito musicale, nel quale le infinite vibrazioni della luce, nel trascorrere delle stagioni, offrono sempre nuove emozioni visive”.
Una mostra da non perdere.
QUI alcune foto della mostra scattate stamattina.