MONTEMARTINI BLUE NOTE 2011: Lenny White


Nuovo week-end di grande musica alla Centrale Montemartini con Lenny White, uno dei padri fondatori del batterismo jazz-rock-fusion, all’interno della rassegna “Montemartini Blue Note”, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale in collaborazione con Rai Nuovi Media,  realizzata da Zètema Progetto Cultura con la direzione artistica di Federica Gentile.
Lenny White alla batteria si esibirà con Letizia Gambi alla voce (giovane artista che lui stesso ha scoperto in Italia) con un trio di eccezionali jazzisti italiani, con i quali ha registrato un brano del suo nuovo disco. Si tratta di Antonio Faraò al piano, Dario Rosciglione al contrabbasso e Max Ionata al sax.

Musicista versatile, oltre ad essere una leggenda della batteria è anche autore, eccellente compositore (sta ultimando di comporre un’intera opera lirica) e produttore artistico, Lenny White guadagna la fama mondiale e il successo con grande pubblico grazie ai Return to Forever, la storica band che lo vede nella metà degli anni 70 con Chick Corea, Stanley Clarke e Al Di Meola, ma già adolescente, batterista mancino e autodidatta viene ingaggiato da personalità del Jazz che segneranno la sua crescita professionale ed artistica in maniera decisiva.
Nel 1967 Jackie McLean lo ingaggia ragazzino per suonare nella sua band e nel giro di un paio di anni Lenny partecipa all’album che segnerà una svolta epocale nella storia del jazz Bitches Brew con Miles Davis e Red Clay di Freddie Hubbard, incisi entrambi nel 1970.
La sua versatilità lo porta a suonare in innumerevoli situazioni e attira l’attenzione di molti musicisti in tutto il mondo. Nella sua lunga carriera collabora con Ron Carter, Joe Henderson, Woody Shaw, Gato Barbieri, Gil Evans, Stan Getz, Jaco Pastorius, Carlos Santana, Wallace Roney, Wayne Shorter, Buster Williamsl, LL Cool J., Daddy Kane, solo per citarne alcuni.
Leader di diversi progetti incide innumerevoli dischi a suo nome.
Sempre alla ricerca di nuovi stimoli e sfide nel 1982 è l’ideatore dell’album Griffith Park (con Corea, Clarke, Henderson, Hubbard) e creatore del progetto che consacra Chaka Khan nel Jazz e che vale la nomination ai Grammy Echoes of an era.
Scopritore di talenti ingaggia per primo Marcus Miller per i suo disco Streamline nel 1978,scopre Rachelle Ferrel che produrrà artisti come Chaka Khan, Diane Reeves, Nancy Wilson, Marlena Shaw.
Compone colonne sonore e lavora in produzioni di ogni tipo definendo il suo genere una miscela di Jazz, rock e Urban pop.
Con l’inizio del nuovo millennio arriva il successo del tour CBW (Larry Coryell, Victor Bailey, and Lenny White), segue la reunion dei Return to Forever che nel 2008 riscuote un successo mondiale e subito dopo riparte in tour con Corea e Clarke nel CCW World Tour Trio del 2009. Lenny inoltre produce l’album live di quest’ultimo tour che uscirà a breve con il nome Forever e con ospiti Jean-luc Ponty, Chaka Khan e Bill Connors.
Nel 2011 riparte con Return2Forever IV in tour mondiale e vince un grammy award come miglior disco di jazz contemporaneo (con la The Stanley Clarke Band).
Sempre aperto a nuove esperienze e nuovi input musicali si definisce egli stesso un visionario della musica. La sua nuova visione è impersonata da una giovane artista che ha scoperto proprio in Italia, Letizia Gambi, la quale lo ha introdotto alla cultura musicale napoletana della quale White si è appassionato moltissimo e da cui è nato un particolare progetto discografico prodotto dalla Jando Music, nuova etichetta indipendente italiana. L’album registrato in USA uscirà nel 2011 e nel cd ad accompagnare Letizia, insieme a White che è anche co-produttore e arrangiatore, troveremo ospiti leggendari come Chick Corea, Ron Carter, Patrice Rushen, Wallace Roney, Gato Barbieri e Gil Goldstein.

Orario
venerdì 20 e sabato 21 maggio
ore 20.00 e 22.00
Biglietto d’ingresso
€ 7,00