Estate culturale: MUSEI APERTI OGNI SABATO SERA


Quest’anno l’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale arricchirà l’offerta culturale dell’estate romana offrendo a cittadini e turisti la straordinaria possibilità di visitare per tutta l’estate gli spazi museali della città, con le mostre permanenti e temporanee ospitate, ogni sabato sera fino a notte inoltrata.
I Musei Civici della Sovraintendenza di Roma Capitale, compreso il Museo Civico di Zoologia del Dipartimento Cultura, gestiti in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, saranno eccezionalmente aperti al pubblico ogni sabato sera, dal 25 giugno al 3 settembre, dalle ore 20 all’1 (ultimo ingresso ore 24) con la consueta bigliettazione.
19 sono gli spazi museali coinvolti: Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Mercati di Traiano, Museo dell’Ara Pacis, Museo di Roma Palazzo Braschi, Museo di Roma in Trastevere, Museo Napoleonico, Museo Barracco, Musei di Villa Torlonia (Casino Nobile, Casina delle Civette, Casino dei Principi), Museo Pietro Canonica, Museo Carlo Bilotti, Macro Via Nizza, Macro Testaccio, Museo della Civiltà Romana, Planetario, Museo Civico di Zoologia, Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina.
Quest’estate cittadini e turisti potranno trascorrere il sabato sera visitando i Musei Civici e le mostre in programma, pagando il consueto biglietto previsto per l’ingresso al museo. Come accade per l’apertura ordinaria, anche il sabato sera sarà possibile prenotare una visita guidata a pagamento al numero 060608.
Nella maggior parte dei casi, inoltre, in coincidenza con l’apertura serale del sabato, lo spazio museale ospiterà anche eventi di spettacolo che rientrano nell’iniziativa Roma in Scena. Nel caso in cui il sabato sera il museo oltre ad essere aperto ospiti anche lo spettacolo, il biglietto per assistere allo spettacolo comprende anche la visita al museo.
La possibilità di passare tutti i sabati dell’estate romana negli spazi museali della città rappresenta una iniziativa sorprendente che tende a rendere permanente l’apertura serale dei musei, dopo le esperienze positive riscontrate per eventi come La Notte dei Musei (215.000 visitatori nel 2011 e 200.000 nel 2010),  Musei in Musica (55.000 persone il 20 novembre 2010), e le scorse edizioni di Roma in Scena (10.500 spettatori nell’estate 2010 e oltre 8000 nell’estate 2009).
Un bilancio che conferma l’efficacia della politica di Roma Capitale nel continuare a promuovere iniziative che puntano a valorizzare il patrimonio artistico e culturale della città, consentendo al pubblico di vivere gli spazi espositivi anche come luoghi di intrattenimento, e favorendo il coinvolgimento degli operatori privati che svolgono attività continuativa e preminente nel settore della cultura e dello spettacolo.
Il tangibile gradimento del pubblico per le iniziative culturali e di intrattenimento che prendono vita negli spazi espositivi della città ha guidato l’amministrazione capitolina nel programmare per l’estate 2011 un’offerta culturale del Sistema dei Musei Civici ancora più ampia e ricca.
Oltre alle numerose attività estive a Technotown, agli eventi serali di Astrosummer al Planetario, e alle sofisticate illuminazioni dell’Ara Pacis ogni sabato sera dal 25 giugno al 3 settembre con I Colori dell’Ara Pacis, riprende da luglio, tutti i giovedì, l’iniziativa Aperitivo ad Arte con l’apertura straordinaria serale della mostra al Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese ed aperitivo musicale alla Casina del Lago.

Come accennato, torna l’iniziativa Roma in Scena, dal 25 giugno a fine di settembre, ad animare il sabato sera e altre serate estive dei romani e dei turisti con eventi di spettacolo nei più importanti musei della città. QUI il programma della manifestazione in PDF.
La manifestazione comprende 30 progetti di attività culturali risultati vincitori per il periodo estivo del bando pubblico “Selezione di progetti di animazione culturale e spettacolo dal vivo da realizzarsi presso i Musei Civici di Roma nel periodo estivo e autunnale”, e circa 20 progetti autoprodotti dalle associazioni partecipanti che non hanno avuto accesso al finanziamento.