Second Life: great opening of Bryn Oh


Ieri sera e per tutta la notte, centinaia di persone provenienti da tutto il mondo sono venute a visitare, coi loro avatar, la magnifica installazione di Bryn Oh “Family Unit” al MiC, l’isola dei Musei di Roma Capitale in Second Life.
Non è stato possibile fotografarli tutti, ma qualcuna di queste fotografie di ieri sera ne ritrae una minuscola ma significativa rappresentanza.
L’installazione è stata apprezzata da tutti e Bryn, ancora una volta, è riuscita a mettere alla prova la volontà e la determinazione degli avatar di superare delle prove di abilità per arrivare a concludere il percorso della sua mostra.
Al MiC Bryn Oh ci presenta la sua famiglia, che troviamo nella parte in basso dell’installazione, mentre i nonni, che sono orami in paradiso, si trovano in cielo e non solo metaforicamente. Per raggiungerli bisogna prendere un ascensore che conduce oltre i mille metri, fuori dal quale comincia una sfida contro una gigantesca palla malefica che tenta d’impedire di percorrere il tunnel a chiocciola fino in cima. Con un po’ di abilità l’avatar deve nascondersi nelle cavità laterali del percorso, aspettando di riprendere con prontezza il percorso appena la palla gigantesca è passata. Altrimenti viene colpito e rimandato a casa. Se guardate attentamente alcune sequenze delle foto, potete comprendere il meccanismo.
Teminato il percorso s’attraversa il tunnel in fondo al quale s’intravvede la “luce”. Dopo un altro percorso in bilico, sospesi in cielo, si entra nel paradiso a trovare i nonni di Bryn che stanno ascoltando alla radio la voce di George Bernard Show.
Musiche d’altri tempi accompagnano tutto il percorso e l’emozione incalza ad ogni quadro, dietro ogni particolare sapientemente costruito, di cui Bryn Oh è maestra.
L’installazione durerà al MiC fino a mercoledi 12 ottobre. Chi ha possibilità di entrare in Second Life non perda questa emozionante opera dell’artista canadese.
SLurl: http://maps.secondlife.com/secondlife/MiC/210/162/39