Il sindaco Alemanno visita la Collezione Ingrao-Guina


Mario Mafai, Mirko Basaldella, Corrado Cagli, Renato Guttuso, Luigi Bartolini, Mino Maccari, Nino Bertoletti, ma anche Alberto Burri, Giulio Turcato, Sebastian Matta, Pietro Consagra. Una magnifica collezione, quella di Francesco Ingrao, che da oggi ha la sua sede nel Museo della Scuola Romana, al Casino Nobile di Villa Torlonia.
Un saggio di storia dell’arte condotto attraverso alcuni dei suoi grandi nomi – scrive nel catalogo l’Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico Dino Gasperinima anche di storia dell’amore per l’arte e, andando oltre, di una filosofia che vede nell’opera dell’artista uno strumento di cura dell’anima. Dipinti, opere grafiche, sculture, terrecotte e ceramiche illustrano la curiosità di Francesco Ingrao, medico, amico e collezionista di molti degli artisti che in quegli anni di grande fermento ruotavano intorno alla Capitale.
QUI le foto della collezione poco prima dell’apertura di stasera. QUI alcune foto di Francesca Di Majo, fotografa del Campidoglio, della visita del sindaco Gianni Alemanno, insieme all’ex Presidente della Camera Pietro Ingrao e all’Assessore Gasperini.