Second Life: MiC tra le principali isole


Battuto durante il week-end il record di presenze nell’isola del MiC in Second Life! Il traffic, rilevato con un sistema algoritmico dal server della Linden Lab, ha segnato 20.764 il 5 novembre e, con un calcolo approssimativo basato sul counter installato al MiC e sull’osservazione in loco, possiamo dire con tranquillità che la cifra dei visitatori reali di quel giorno si aggira attorno al 10% del traffic. Vale a dire circa 2000 persone in un giorno. (Click sull’immagine per ingrandire il dato).
Ma cos’ha contribuito a questa straordinaria ondata di accessi nell‘isola virtuale dei Musei?
Innanzitutto, come abbiamo detto QUI, la pagina nella destination guide del sito secondlife.com, con il link all’installazione di Blue Tsuki “Phantoms of Absence”. In secondo luogo la bellezza immersiva dell’isola, che si è trasformata spontaneamente in un’agorà virtuale, molto social e internazionale. Gruppi di avatar si soffermano a scambiare chiacchiere multilingue in voice o in chat, fanno fotografie agli scorci in cui sono riprodotte alcuni elementi architettonici provenienti dai Musei Capitolini e foto di gruppo seduti sulle scalinate, come fossero realmente in visita a qualche meraviglia storica di Roma. Ieri abbiamo visto un gruppo di avatar russi molto entuasiasti trascorrere la domenica pomeriggio nell’anfiteatro.
Il fenomeno è nato spontaneo e viene da chiedersi quale sia il reale meccanismo che l’ha innescato. Ho provato a fare un’analisi dal mio punto di vista e credo che in un momento di crisi mondiale il bisogno di socializzare sia molto forte e venendo a scemare la disponibilità di viaggiare realmente si esorcizzi l’impossibilità di farlo con un surrogato del viaggio a costo zero.
A differenza dei socialnetwork come Facebook, i mondi virtuali sono immersivi ed emozionali. Si possono fare percorsi in compagnia, ma soprattutto godere di una nuova bellezza che l’arte digitale sa esprimere. Creatività e tecnica producono nuovi ambienti, comunicano interiorità o cultura e tutto questo lenisce gli animi dalle ansie contemporanee. Ma soprattutto è gratis.
Resta il fatto che MiC è considerata oggi una delle principali isole di Second Life, questa straordinaria piattaforma che non è solo ludica, ma anche fortemente comunicazionale, culturale, artistica, in cui la creatività è condivisa. 800mila utenti al mese la utilizzano ed ogni giorno ci sono circa 16mila nuove registrazioni. Sono numeri, questi, che molte aziende produttrici di videogiochi farebbero carte false per avere🙂