Second Life: i nuovi appuntamenti di gennaio al MiC


Restano solo tre giorni per visitare la splendida installazione dell’artista giapponese Mikati Slade “Kuru Kuru World” al MiC – Musei di Roma Capitale in Second Life. L’installazione ha avuto un numero notevole di visitatori nel periodo dell’allestimento, che malgrado le feste natalizie si è aggirato intorno ad una media di 300 persone al giorno provenienti da tutto il mondo. L’opera è stata bloggata da moltissimi utenti internazionali, fotografata e ripresa in video e oggi un’intervista all’artista è stata pubblicata su virtualworldsmagazine.wordpress.com.
L’opera ha fatto parte, se pur virtualmente, del ciclo di esposizioni dedicate a Le vie della Seta, la Biennale Internazionale di Cultura che si svolge a Roma da Ottobre 2011 a febbraio 2012.
Il 19 gennaio 2012 un’altra esposizione da “Le vie della seta” transiterà al MiC. Si tratta della mostra “La grande astrazione celeste” curata da Achille Bonito Oliva, che dal Macro Testaccio prosegue il suo percorso nel metaverso, tramite un’installazione virtuale e interattiva a cura di Merlino Mayo, che resterà al MiC per circa un mese.
Il 24 gennaio sarà poi la volta di “Tales In The Shadow” di Nessuno Myoo: un tributo ad alcuni dei racconti di autori che hanno reso celebre nel mondo una tipologia al limite dell’imponderabile, di cui vi parlerò tra qualche giorno.
La settimana successiva un’altra mostra proveniente dai Musei di Villa Torlonia, avrà una sua appendice creativa nell’isola virtuale dei Musei: si tratta di “Gio Ponti – Il fascino della ceramica” che rivivrà nel metaverso grazie alla ricostruzione di alcuni pezzi del grande artista ricreati in 3D, con Blender, da alcuni builder di Second Life diretti da Rumegusc Altamura, builder del MiC.
Un grande fermento, insomma, nell’isola dei Musei in Second Life, che ogni giorno raccoglie apprezzamenti internazionali anche per la sua struttura celebrativa di una Roma imperiale tutta da percorrere.