La Grande Astrazione Celeste negli spazi virtuali del MiC


In pochi giorni già un migliaio di visitatori hanno percorso la mostra “La grande astrazione Celeste” a cura di Achille Bonito Oliva, che dal MACRO Testaccio è passata in Second Life attraverso una ricostruzione di Merlino Mayo.
Un percorso in cui la sua performance, digitale e coinvolgente, ci porta a contatto con i grandi artisti contemporanei cinesi. Così le opere su tela diventano tridimensionali e galleggiano in un ambiente circondato da echi di tradizioni orientali.
Lungo il percorso si trovano tutte le note (in italiano e inglese) relative agli artisti cinesi, il testo del curatore e la presentazione dell’Assessore Gasperini e del Sovraintendente Broccoli.
In attesa del video con cui sarete accompagnati nella visita virtuale, le foto del percorso possono dare un’idea in anteprima della struttura. Chi l’ha vista ha osservato come l’utilizzazione di un mondo virtuale possa divenire, in un prossimo futuro, l’ambiente in cui sperimentare allestimenti reali di mostre reali a costi bassissimi.
Ma al di là degli sguardi sul futuro, la condivisione di una mostra in un ambiente tridimensionale, accessibile da tutto il mondo, si rivela ancora una volta uno strumento di divulgazione senza barriere e di grande interesse internazionale.
In inglese il post dell’artista sul suo blog.

SLurl: http://maps.secondlife.com/secondlife/MiC/232/132/21