Conoscere è partecipare | #6GradiMic


Dal 16 al 22 ottobre 2017 con il nostro appuntamento mensile dei #6GradiMiC abbiamo dedicato una settimana alla conoscenza e all’apprendimento attraverso le opere presenti nei Musei in Comune Roma.

L’ORIGINE

Polimnia “dai molti canti” è una delle Muse che incarna i diversi rami del sapere e dell’arte. Chi meglio di lei, musa pensosa, può interpretare la genesi della riflessione da cui ha nasce il sapere e ogni insegnamento.

050JMR

Realizzata in un unico blocco di pregiato marmo pario, questa scultura del II secolo d.C è conservata nel Museo della Centrale Montemartini di Roma.

Primo grado | L’esempio. Diogene e Platone.

Il filosofo greco Diogene individuava in animali, mendicanti e bambini i modelli di vita naturali. Non con la dottrina o la predica, ma con battute e dimostrazioni pratiche metteva in pratica i propri insegnamenti.

2
Il dipinto, di Mattia Preti, è visibile nella Pinacoteca dei Musei Capitolini.

Secondo grado | Lo studio: Monaco in lettura per un ex libris.

Anche dai libri e dalla loro cura nasce la trasmissione della conoscenza. Ne è pienamente consapevole questo monaco del tutto assorto nel suo minuzioso lavoro: con gli ex libris, contrassegni che si aggiungevano all’interno del libro per indicarne la proprietà, il volume si arricchiva e si completava per i posteri che l’avrebbero utilizzato.

3

L’opera, grafite inchiostro su carta, di Giuseppe Cellini si può osservare al Museo Napoleonico.

Terzo grado | Cattivi maestri: Camillo e il maestro di Falerii.

Non sempre gli insegnamenti sono virtuosi. Che il maestro di Faleri non eccellesse nella didattica, ad esempio, lo testimonia la tela di Nicolas Poussin – conservata nella Pinacoteca dei Musei Capitolini – che lo raffigura in ceppi, cacciato da Marco Furio Camillo e consegnato, per il castigo, nelle mani dei suoi stessi alunni.

4

 

Quarto grado | La pratica: San Matteo e l’angelo.

Anche un Santo può aver bisogno di imparare: l’angelo guida la mano di Matteo nello scrivere il proprio Vangelo. È un olio su tela del Guercino, conservato nella Pinacoteca dei Musei Capitolini.

5

Quinto grado | L’affetto e la pazienza: Napoleone Bonaparte nel suo studio con il figlio.

Alcune delle doti necessarie per insegnare e farsi comprendere sono l’amore per il discepolo e una buona dose di pazienza. Al Museo Napoleonico, l’incisione di Alexandre Vincent Sixdeniers mostra un momento di relax dell’imperatore nel ruolo di padre.

Sesto e ultimo grado | Il fine.

Quale risultato migliore della passione per il bello può conseguire la didattica?
Scoprite tutta l’offerta didattica dei Musei in Comune Roma sul nostro sito www.museiincomuneroma.it.

7