Futuro leggero


Buoni propositi per questo 2016, sorretti e ispirati dalle “Lezioni americane” di Italo Calvino e da sei opere d’arte che sembrano fatte apposta per accompagnarle.

Sono Leggerezza, Rapidità, Esattezza, Molteplicità, Coerenza, Visibilità i ‪#‎buonipropositi2016 che i visitatori dei social network dei Musei in Comune hanno scelto di cliccare all’alba dei nuovi 366 giorni di quest’anno. Ad ogni pensiero di Calvino è stata associata una frase dello stesso autore e un’opera conservata o esposta in mostre temporanee nei Musei civici di Roma.
940x788-leggerezza

 

La più “cliccata” è #Leggerezza: “Nei momenti in cui il regno dell’umano mi sembra condannato alla pesantezza, penso che dovrei volare come Perseo in un altro spazio”, auspicio associato al bassorilievo Danza dei Feaci di Antonio Canova, che rallegra con il ritmo di un’onda la Sala da Ballo del Casino Nobile di Villa Torlonia.

 

 

 

940x788-rapidita

 

#Rapidità
La rapidità dello stile e del pensiero vuol dire soprattutto agilità, mobilità, disinvoltura […] perdere il filo cento volte e ritrovarlo dopo cento giravolte.

Ce lo ricorda il gruppo scultoreo di età ellenistica Leone che azzanna il cavallo conservato nell’Esedra di Marco Aurelio ai Musei Capitolini.

 

 

 

 940x788-esattezza

#Esattezza
La parola collega la traccia visibile alla cosa invisibile, alla cosa assente, alla cosa desiderata o temuta, come un fragile ponte di fortuna gettato sul vuoto.

Realtà e immaginazione come nel dipinto Velocità di motoscafo di Benedetta (Cappa Marinetti) in mostra alla Galleria d’Arte Moderna di via Crispi

 

 

 

940x788-visibilita

 

#Visibilità
[Non perdiamo] il potere di mettere a fuoco visioni a occhi chiusi, di far scaturire colori e forme dall’allineamento di caratteri alfabetici neri su una pagina bianca, di pensare per immagini.

L’altra ego #1 (Giosetta Fioroni, Marco Delogu) diventa pensiero visibile al MACRO via Nizza nella mostra EGOSUPEREGOALTEREGO.

 

 

 

940x788-molteplicita

 

#Molteplicità
Ogni vita è un’enciclopedia, una biblioteca, un inventario di oggetti, un campionario di stili, dove tutto può essere continuamente rimescolato e riordinato in tutti i modi possibili.

Come esprimerlo meglio se non con la La Giostra dei Caroselli nel cortile di Palazzo Barberini in onore di Cristina di Svezia, un dipinto di Gagliardi e Lauri  al Museo di Roma.

 

 

940x788-coerenza

 

#Coerenza
[Le storie] per esaurite che siano, per poco che sia rimasto da raccontare, si continua a raccontarle ancora.

Un Divan Japonais dove continuare a immaginare storie lo troviamo nella mostra su Toulouse-Lautrec al Museo dell’Ara Pacis.